Questions Questions
L'iniziativa si basa sulla stretta collaborazione tra esperti di formazione diversa che lavorano insieme alla realizzazione di un progetto interdisciplinare, basato sui temi proposti dalla mostra.

Il lavoro di progettazione e verifica collegiale si attua nell'ambito di una serie di incontri precedenti e successivi alla visita in mostra.
Gli insegnanti partecipano alla costruzione del progetto realizzando una parte fondamentale del percorso relativa ai prerequisiti utili per una migliore fruizione della visita in mostra, alla verifica e agli approfondimenti che seguono l'esperienza.

Per questo progetto le insegnanti hanno realizzato  il percorso di verifica e di approfondimento dei temi trattati.
Inoltre hanno proposto e realizzato, con gli alunni, il lavoro individuale e di gruppo da presentare all'evento finale. 


LE TEMATICHE

Tra i temi suggeriti dalla mostra il gruppo ha deciso di privilegiare, partendo dalla lettura delle opere di Jaar, un'indagine sui problemi dei paesi del Sud del mondo e sulle immagini che li rappresentano.

Tale indagine ha reso consapevoli gli alunni della necessità di andare oltre le immagini per prendete atto delle reali sofferenze dell'umanità, maturando una nuova consapevolezza critica, volta a rifiutare l'indifferenza e a impegnarsi per lo sviluppo di un bene comune.

Un bene comune che si costruisce a partire dalla realtà concreta dei bambini e li porta ad agire, inizialmente, nel loro ambiente di vita per poi guidarli, nel futuro, ad un'attiva partecipazione ai problemi del mondo.

LE FINALITÀ

Il progetto educativo ha come finalità l'acquisizione di uno sguardo consapevole e critico sulla realtà che ci circonda e sulle immagini che la rappresentano maturando, nel contempo, una nuova attenzione per gli altri.


GLI OBIETTIVI FINALI

Gli obiettivi sono indicazioni generali, declinate e graduate  dalle insegnanti, in relazione all'età e alla maturità  degli alunni.

Saper indicare se le opere esposte nella  mostra trasmettono un messaggio;

indicare di quale messaggio si tratta;

indicare alcuni problemi posti in evidenza dalle opere dell'artista;

indicare i fondamentali  diritti umani, in particolare quelli dei bambini;

formulare alcune domande in relazione ai temi trattati in mostra;

indicare alcuni materiali usati da Jaar;

indicare alcune tecniche.

Acquisire un comportamento attento e disponibile nei confronti dei bisogni degli altri.


LE FASI DI LAVORO

Anche in questo caso, a scuola, in relazione agli utenti,  ogni insegnante ha sviluppato tutte le fasi di lavoro o solo alcune.
  
1) Visite guidate alle mostre dell'artista (Milano, novembre 2008/gennaio 2009).

2) Conversazioni e confronto in classe.

3) Stesura di un testo individuale per esporre le impressioni soggettive e le sensazioni provate o realizzazione di un disegno con commento.

4) Lettura di immagini tratte dalla mostra ed elaborazione grafica.

5) Laboratorio fotografico con intervento di un fotografo professionista.

6) Utilizzo del materiale ricavato dal laboratorio per la produzione di opere personali e di gruppo.

7) Presentazione del lavoro nel corso dell'evento conclusivo.


STRATEGIE E STRUMENTI

Il metodo didattico si basa sull'attivazione di strategie didattiche attive:

- la conversazione guidata;
- l'attività di laboratorio, preceduta dall'intervento del fotografo, che ha fotografato gli occhi di tutti gli alunni.

Per la visita in mostra sono state realizzate:

- Alcune schede, graduate secondo l'età dei partecipanti, da completare in classe come verifica;

- Le fotografie da utilizzare per realizzare il lavoro personale e di gruppo.   


IL LABORATORIO

L'attività di laboratorio ha tratto origine dalle fotografie degli occhi dei bambini realizzate da un fotografo professionista.

In due classi gli occhi dei bambini sono stati ripresi, semplicemente, di fronte, come gli occhi di Gutete Emerita che avevano colpito molto gli alunni.

Nelle altre classi gli occhi sono stati fotografati, a scuola, con il riflesso del compagno nelle pupille oppure, direttamente in mostra, con il riflesso di un'opera dell'artista.

Gli alunni hanno utilizzato la foto per realizzare un'opera personale e un lavoro di gruppo da presentare all'evento conclusivo.  

LA VERIFICA

La verifica si è attuata attraverso l'elaborazione delle schede e l'attività personale di laboratorio in cui gli alunni hanno potuto esprimere le loro idee in relazione alla mostra e ai temi trattati.



IL PROGETTO PUBBLICO

Alla fine la riflessione si è conclusa con la formulazione di nuove domande da unire a quelle proposte dall'artista per il progetto pubblico.


L'EVENTO FINALE

Il lavoro è stato presentato in un evento finale alla presenza dell'artista e della curatrice della mostra.


I PUNTI DI FORZA E LE CRITICITÀ EMERSE

- Punto di forza: trattare e temi di estrema rilevanza civile e sociale che contribuiscono alla formazione dei giovani come persone che diventeranno  cittadini italiani e, al tempo stesso, cittadino dell'Europa e del mondo.

- Le criticità: sarebbe stato utile avere più tempo seguire il lavoro delle insegnanti e delle classi.
Tutti i diritti riservati - ©2009 Alfabeti d'Arte
QUESTIONS QUESTIONS di Alfredo Jaar
I ragazzi rispondono